A tu per tu col pittore…

Di Antida Maestri

Prima settimana di scuola…evviva, siamo in 5^ C!!!

Che bello ritrovarsi dopo l’estate e rivivere insieme tanti momenti importanti.

I giorni volano…lunedì, martedì ed ecco arrivare il mercoledì: si esce!!!

Tutti fuori al Museo delle Mura, c’è il pittore di Grifola, Marco Terroni, che impaziente ci attende con le sue bellissime tele per un incontro “a tu per tu”.

Entrando ci troviamo di fronte ad un dipinto che raffigura il nostro amato fiume Taro, che emozione forte, tutti ci raggruppiamo per osservarlo da vicino e man mano che proseguiamo, la mostra si fa più interessante: una speciale tonalità di rosso esce da ogni tela e pervade tutto il museo…ci insegue, illumina i nostri occhi e accende le nostre menti.

 

  • E’ il rosso che condiziona tutti gli altri colori – dice Marco…il rosso del “Sogno di Icaro”, della “Lava dello Stromboli”, dei simboli del “Viaggio”, della tela con la frase “La stima non basta”…è il rosso di Marco, che con dolcezza e passione ci guida costantemente lungo il percorso della sua interessante mostra, che ha per titolo l’inizio di un proverbio siciliano “Chi passa, passa…”. Si tratta di una pittura a tendenza figurativa, che stimola l’interpretazione. Ci ha colpiti anche la frase latina scritta su una delle grandi tele “Ex Nihilo Nihi”, ovvero “Dal niente nasce niente”. Oltre alle tele, c’era un’istallazione, ovvero una composizione di legno e pietre della nostra Val Taro. Ogni elemento stimolava la nostra immaginazione, eravamo in fermento, totalmente immersi in quel mondo di colori e di sguardi complici,che condividevano sensazioni ed emozioni.

 

I bambini e le maestre di 5 C