La mia merenda sana, locale e stagionale. Cl II B Secondaria di Primo Grado(aggiornato)

E la classe II si è aggiudicata il secondo premio… Complimenti!!

http://www.parma.coldiretti.it/la-coldiretti-e-la-scuola.aspx?KeyPub=GP_CD_PARMA_HOME%7CCD_PARMA_HOME&Cod_Oggetto=35364766&subskintype=Detail

La classe II B ha partecipato al progetto di educazione alimentare “La mia merenda, sana, locale, stagionale” promosso da Coldiretti, che coinvolge mille alunni delle scuole elementari e medie di Parma e provincia.

Il progetto interdisciplinare (tecnologia, scienze, lettere) ha preso l’avvio da alcune uscite sul territorio (in particolare la visita, accompagnati dalla guardia forestale, ad un bosco di castagno e al relativo sottobosco), per conoscere alcuni prodotti agricoli e le tradizioni alimentari locali. La scelta è stata guidata anche dalla necessità di valorizzare alimenti a “chilometro zero” come la castagna e rivalutarne le proprietà nutritive, oltre al valore di genuinità e naturalezza.

Dopo lo studio, attraverso lezioni frontali e attività di gruppo, delle caratteristiche botaniche del castagno, abbiamo analizzato il valore nutrizionale del frutto, recuperato ricette, leggende e tradizioni.

Per favorire l’acquisizione dei principi di una sana e corretta alimentazione, nonché la consapevolezza del rapporto fra abitudini alimentari e necessità fisiologiche, gli alunni sono stati invitati a registrare settimanalmente gli alimenti consumati a merenda e a calcolarne il contenuto calorico in relazione al fabbisogno energetico totale.

La classe è stata poi divisa in quattro gruppi, di cinque alunni ciascuno, e a ciascun gruppo è stato chiesto di elaborare una ricetta per una merenda che prevedesse l’utilizzo di ingredienti reperibili sul nostro territorio, nel periodo tardo inverno – inizio primavera e che possedesse un contenuto calorico adeguato.

Trovata la disponibilità della cucina, adeguatamente attrezzata e adattata ad ospitare un gruppo di ragazzi, della Parrocchia del quartiere dove si trova la scuola, gli alunni hanno realizzato quattro diverse merende.

Al termine dell’attività è stato fatto il saggio organolettico, dei piatti realizzati, da parte dei ragazzi stessi e degli insegnanti coinvolti nel progetto e di altri docenti che per l’occasione si sono volontariamente offerti. Il saggio organolettico comportava la compilazione di una scheda di valutazione, preparata precedentemente, per stabilire quale fra le quattro ricette rispondesse con più fedeltà al tema del progetto.

La scelta finale, naturalmente con qualche discussione, è caduta sulla merenda “Delizie del bosco”, in quanto pur con un contenuto calorico di 191 Kcal per persona, è risultata di semplice realizzazione ma molto creativa, con ingredienti tutti a chilometri zero e adatta ad essere consumata nel periodo previsto dal progetto.

Il progetto ha permesso di conseguire i seguenti punti:

 conoscere e scegliere sani stili alimentari per contrastare sovrappeso e obesità, e prevenire i problemi ad essi correlati;

 diffondere un’adeguata conoscenza della stagionalità e della provenienza degli alimenti di cui ci nutriamo, in particolare nei prodotti ortofrutticoli;

 promuovere l’acquisto e il consumo consapevole di cibo;

 far conoscere ed apprezzare i prodotti agricoli e le tradizioni alimentari locali;

 far conoscere il legame fra alimentazione e salute;

 far emergere capacità critiche in riferimento al rapporto fra abitudini alimentari e

necessità fisiologiche;

 far conoscere, attraverso la sperimentazione, i principi nutritivi contenuti negli

alimenti e la loro funzione;

 i ragazzi hanno imparato a sperimentare, divertendosi e migliorando la propria

autonomia.

La buona riuscita del progetto è stata dimostrata anche dalla qualità delle quattro merende realizzate che ha reso difficoltosa la scelta della ricetta da presentare.

Prof.ssa Eva Broglia